19 settembre 2015 tutti a Frascati (Roma) per il Primo raduno dei Vigili del Fuoco in congedo organizzato dalla PRO LOCO FRASCATI 2009.

Si preannuncia una magnifica giornata per conoscere attività, divise, mezzi ed imprese dei Vigili del Fuoco con un programma adatto anche alle famiglie che prevede una sfilata di mezzi storici del Corpo.

In allegato manifesto e comunicato stampa.

L'A.D.M.I. and partners ha patrocinato l'evento per dimostrare affetto e vicinanza sia ai Vigili del Fuoco in congedo che a quelli in servizio con i quali collaboriamo in diverse regioni in qualità di ADMI Protezione Civile.

Per chi intende fermarsi a pranzo, la Pro Loco Frascati 2009, ha organizzato un momento conviviale (per conoscerne le modalità è possibile chiamare il numero telefonico 392.1859449).

Un pensiero affettuoso va ad Antonio Mercuri - ora Presidente della Pro Loco Frascati 2009 già Socio Fondatore dell'A.D.M.I. - per la sua attività di sostenitore del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (Corpo nel quale ricopriva la qualifica di Capo reparto).

All'appuntamento del 19 settembre è impossibile mancare! La partecipazione è gratuita.

 

 

1° Raduno Tuscolano-Castelli Romani dei Vigili del Fuoco in Congedo si terrà a Frascati, il 19 Settembre 2015.

Il Presidente della Pro Loco Frascati 2009 ha voluto con molta determinazione riunire i Vigili del Fuoco che hanno operato nell’ambito del comprensorio dei Castelli Romani, facendo riferimento al prestigioso distaccamento VVF che ancora oggi insiste a Frascati.

Il Raduno è aperto a chiunque voglia partecipare ed è indirizzato alla divulgazione dell’operato del Corpo Nazione dei Vigili del Fuoco che, come sappiamo tutti si prodiga negli interventi di salvataggio e tutela, definiti dall’Amministrazione Soccorso Tecnico Urgente.

Insieme alla città di Frascati, l’evento è stato condiviso dallo stesso Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Regione Lazio, che non hanno tardato a dare la propria compiacenza ed approvazione all’evento.
L’organizzazione ha inteso articolare l’incontro in un solo giorno, anche perché l’impegno dei partecipanti sarà totale.

Oltre che all’atto dell’accreditamento, autentico momento di ritrovo per tutti che avverrà presso le Scuderie Aldobrandini di Frascati, i partecipanti saranno riuniti in occasione della celebrazione della S. Messa nella Cattedrale di S. Pietro. Il solenne momento sarà certamente costellato dai ricordi degli atti che hanno profondamente segnato la città ed il territorio dei Castelli Romani, tra questi vale la pena di ricordare l’attività di soccorso, portata alla popolazione durante il bombardamento del 08 settembre 1944.
Subito dopo il gruppo sarà ospitato nell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini, perché possano essere testimoniati e ricordati i numerosi episodi ed anche gli atti eroici che talvolta, se non opportunamente riportati alla memoria, possono apparire opacizzati dall’oblio.
La testimonianza diretta degli attori e dei partecipanti, nonché della popolazione, permetterà di rinverdire l’accaduto con la vivida emozione di chi lo ha già vissuto una volta, autentico fil rouge che lega gli operatori del soccorso al territorio.

Ispiratore di questo nobile gesto è stato il volumetto scritto dal VVF Enrico Branchesi: “I pompieri nel Comune Tuscolano”, breve storia dei VVF di Frascati. La piccola pubblicazione, presenta un grande contenuto in termini di valori umani, storici e sociali, cose che, in quest’ultimi anni, parrebbero perdersi in rivoli di distrazioni e scarsa attitudine per il rispetto e la memoria.

Il Presidente Antonio Mercuri ha dichiarato: “L’emozione che mi ha suscitato la lettura del libro di Enrico e l’appartenenza al Corpo dei Vigili del Fuoco che ho condotto per molti anni insieme alla mia famiglia, mi ha fatto riconoscere ancora una volta, quanto siano stati importanti i pompieri per la nostra area e quanto lo siano ancora per la sicurezza della popolazione. La conoscenza diretta dei protagonisti, mi ha imposto di riunirli ancora una volta e di aprire la strada ad un raduno pieno di significato e di ricordi. Proprio perché questi possano essere ancora fonte di ispirazione per i nostri giovani e testimonianza dei valori da trasmettere alle future generazioni voglio aprirlo alla popolazione ed a chiunque si senta di partecipare.”

La giornata si concluderà dopo un incontro conviviale, presso l’Hotel Villa Mercede che comprenderà anche la cerimonia di chiusura, con una sfilata per le vie della città dei mezzi storici dei Vigili del Fuoco.

Il legame del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco al territorio è sottolineato dalla presenza dei Comandi Provinciali e dai distaccamenti territoriali che, secondo un programma di organizzazione per il soccorso, riescono ad intervenire sulla popolazione e nel territorio in un tempo massimo di circa 20’, per questa capillarizzazione i pompieri sono così vicini alla popolazione e questa manifestazione ne testimonia l’importanza e l’efficacia.
Anche il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ing. Giovacchino Giomi ha confermato la propria partecipazione e sarà protagonista di una illustre testimonianza che lega i ricordi agli episodi ed ai colleghi Vigili del Fuoco, tra i quali, purtroppo, qualcuno comincia a mancare all’appello.

La città di Frascati, ancora una volta sensibile alle iniziative della Pro Loco, ha concesso l’uso della importante sala Aldobrandini presso le Scuderie e si rende partecipe attraverso il meraviglioso scenario costituito da tutta la città, individuata anche quale capofila del territorio tuscolano.

La partecipazione del Sindaco, Alessandro Spalletta, darà risalto all’appartenenza territoriale della manifestazione. Anche la Comunità Montana, a testimonianza dell’operato dei Vigili del Fuoco nelle attività di tutela delle aree boschive, nella persona del Presidente Giuseppe De Righi, ha mostrato il suo entusiasmo e l’adesione per rendere questo incontro ancora più significativo e ricco.

Hanno detto della manifestazione:
Il Vicepresidente della Pro Loco Stefano Di Tommaso: “Una iniziativa lodevole per l’alto contributo che i Vigili del Fuoco danno alla sicurezza ed al soccorso. Gli indimenticati protagonisti degli episodi eroici di ieri torneranno nella memoria e nei fatti che coinvolgono la nostra popolazione.”

Il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio Daniele Leudori: “Sono lieto di conferire il Patrocinio. Nell’esprimere il mio più vivo e sincero apprezzamento per l’iniziativa intrapresa auguro i migliori auguri per un brillante successo dell’evento”.

L’amministratore della Piemme & Matacena dott. Luigi Matacena: “Aderisco con piacere all’iniziativa prospettatami dall’amico Antonio Mercuri, è emozionante rivedere tanti protagonisti storici riuniti in una unica manifestazione, anche per noi che da tanti anni siamo vicino a loro e ci sentiamo partecipi delle loro attività”.

Il Presidente della A.D.M.I. and Parteners Francesco Saverio Coraggio: “La nostra presenza all’iniziativa è un atto dovuto. In rappresentanza dei dipendenti del Ministero dell’Interno vogliamo e dobbiamo essere presenti con i colleghi e con le loro famiglie anche nel ricordo di chi ha operato per la sicurezza, a qualsiasi costo, non ultimo della propria vita. Condividiamo con l’amico Antonio Mercuri e con la Pro Loco un altro momento solenne ed importante”.


Il Preside dell’Istituto scolastico Kennedy di Frascati Heriberto Ricottini: “L’importanza di questo raduno sarà sentito particolarmente dai nostri studenti che, finalmente, potranno essere testmoni diretti ed
ascoltare dai protagonisti la storia e gli episodi che hanno caratterizzato il nostro territorio. La città di Frascati è grata al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco per quanto accaduto durante la guerra ed è testimonie anche di fatti più recenti, tra questi ricordiamo il soccorso portato ad Alfredo Rampi a Vermicino.”

L’amministratore della Air Fire Antincendio Spa dott. Andrea Evangelisti: “Essere presenti ed al fianco del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è nella nostra tradizione. Non potevamo mancare all’iniziativa dell’amico Antonio. Vogliamo onorare i Vigili del Fuoco e rivolgere un pensiero al futuro dei nostri giovani,anche ricordando chi ha saputo sacrificarsi fino all’estremo."

Il portavoce dell’ufficio stampa Marco Colcerasa