Pisa

 

 

Sembra ieri quando a settembre di sei anni fa veniva piantato nel giardino della Prefettura di Pisa un albero di ciliegio in ricordo della collega Maria Vittoria Dore improvvisamente scomparsa.

Grazie all'iniziativa dell'Associazione Dipendenti del Ministero dell'Interno (A.D.M.I.), di cui Maria Vittoria era stata Socia Fondatrice, e dell'interessamento dell'allora Prefetto di Pisa, dott. Paolo Padoin, nonché di altre autorità ed istituzioni locali, con una cerimonia semplice ma partecipata veniva ricordata una dipendente del Ministero dell'Interno che si era distinta per varie iniziative di solidarietà.

Amici e colleghi, ancora oggi a distanza di molto tempo da quel giorno, rammentano con commozione le parole di commemorazione pronunciate nella circostanza dall'amica Orietta Mongiovì e dal collega di stanza Biagio Taranto.

In una società come quella attuale, che sotto molti aspetti sembra aver smarrito ogni riferimento ideale e di partecipazione attiva, il ricordo di Maria Vittoria si staglia sempre più nitido: a volte dai rami del ciliegio mossi dal vento sembra provenire un incoraggiamento ad impegnarsi nel sociale a qualsiasi livello nonché a vedere positivo anche in momenti di forte smarrimento.

Ugualmente ci pare di sentire un invito a ricercare nell'altro, all'apparenza distante anni luce dal nostro modo di pensare, una comunanza di esperienze di vita che mai avremmo immaginato.

Cara Vittoria, sicuri di interpretare i sentimenti di amici e colleghi che ti hanno conosciuta ti inviamo un Grazie, ovunque tu sia.

Pisa Settembre 2008

Aldo, Beppe e Biagio.

 

 

 

 

 

Guarda le immagini della Commemorazione "Un albero per ricordare"

Prefettura di Pisa 20 settembre 2002